ViraFlame

I processi di lavorazione del vetro

Viraflame

La caratteristica di resistenza al fuoco oggi è richiesta sempre più di frequente anche nel settore degli Yacht; questa proprietà è determinata attraverso l’applicazione del Fire Test Procedure Code emesso dall’IMO.

Viraflame rivoluziona il concetto delle vetrate tagliafuoco, combinando perfettamente le esigenze di sicurezza e di design, offrendo una qualità superiore rispetto ai prodotti tradizionali presenti sul mercato, anche in termini di riduzione degli spessori e di trasparenza.

Il sistema tagliafuoco Viraflame non prevede l’utilizzo di gel intumescente ma sfrutta l’innovazione progettuale relativa al telaio, alla tipologia di fissaggio e alla sequenza dei materiali installati.

La classificazione ottenuta, in conformità alle prove FTP, è A0 (estendibile A30 con splinkler dedicati) e con dimensioni massime dell’elemento pari a 2240 mm X 2950 mm (luce libera 2214 mm X 2914 mm). Questo sistema è inoltre conforme ai requisiti del Passenger Yacht Code – CISR.

PROCESSI APPLICABILI

Indurimento chimico

Il processo di indurimento chimico è utilizzato per migliorare le caratteristiche fisiche del vetro, incrementando la sua resistenza alle sollecitazioni meccaniche e allo shock termico. Il processo di indurimento chimico per sua natura non comporta alcun tipo di distorsione ottica e improntatura sul vetro trattato. Il vetro indurito chimicamente non è soggetto a rischio di rottura spontanea da inclusioni di Solfuro di Nichel e quindi non richiede trattamenti di Heat Soak Test. Oggi è Viraver l’azienda che produce lastre di vetro indurite chimicamente più grandi al mondo: 8 m x 3,21 m.

Serigrafia

La serigrafia è un processo di stampa sul vetro che ha funzioni di tipo estetico e funzionale. In Viraver abbiamo due tecnologie di stampa:
SERIGRAFIA CLASSICA • Per la quale si intende la stampa mediante telai serigrafici ed inchiostri opportuni di bande compatte e sfumate, che hanno la funzione di proteggere le colle utilizzate per l’installazione dei vetri, dando contestualmente un’estetica gradevole agli accoppiamenti tra vetro e struttura.
STAMPA SU PVC • Viraver è licenziataria Kuraray per il SentryGlas ® Expressions™, tecnologia che permette la stampa continua di immagini colorate in alta definizione, sia su interlayer trasparenti che opachi.

Assemblaggio in camera bianca

Il vetro stratificato è uno dei prodotti più utilizzati nei progetti dove il vetro è parte strutturale, perché permette di combinare la trasparenza con le caratteristiche di robustezza e sicurezza richieste dalle norme cogenti.
In Viraver la stratifica avviene per ogni pezzo attraverso tecnica a sacco e ciclo di autoclave.
Le tecniche di stratifica utilizzate in Viraver permettono di inserire nell’intercalare plastico innumerevoli materiali che conferiscono ulteriori prestazioni al vetro ad esempio: dispositivi riscaldanti, protettivi contro il calore, schermanti le radiazioni elettromagnetiche, film opacizzanti a controllo elettrico e decorativi.

Laminazione

Si intende il processo nel quale avviene l’unione tra il vetro e il materiale plastico che compongono lo stratificato. In Viraver viene effettuata la laminazione in autoclave, che consiste nel sottoporre lo stratificato all’azione simultanea di pressione, temperatura e vuoto al fine di generare l’intima unione dei diversi materiali.

Collaudo finale

Viraver ha un sistema di gestione della qualità certificato ISO 9001:2015.
Viraver monitorizza tutte le procedure aziendali al fine di migliorare l’efficacia, l’efficienza e la qualità dei propri processi, prodotti e servizi.
Viraver controlla sistematicamente i suoi prodotti prima della consegna con lo scopo di verificare le conformità dei requisiti del cliente, in particolare l’ottica, l’estetica e dimensioni dei prodotti.
I controlli sui prodotti finiti vengono effettuati dal personale qualificato.

Le caratteristiche

CRITERI DEL FLUSSO DI CALORE (CODICE FTP)

CLASSIFICAZIONE VETRI PER ARCHITETTURA